Risarcimento Diretto

25 Nov 2014

Il risarcimento diretto è una procedura che permette di rivolgersi direttamente al proprio assicuratore per chiedere il risarcimento dei danni nei casi in cui si sia subito un incidente con un altro veicolo.

La procedura di risarcimento diretto si applica:

1. nel caso in cui siano coinvolti nel sinistro solamente due veicoli entrambi assicurati ed immatricolati in Italia;

2. in caso di danni a cose trasportate;

3. in caso (anche) di danni alle persone (conducente o persone trasportate fino all’importo del massimale minimo per legge e a prescindere dalle responsabilità dei conducenti) purchè siano lesioni non gravi. In questo caso di parla di invalidità permanente che non dev’essere superiore al 9%.

Dalla richiesta di danni (da fare il prima possibile e secondo le condizioni contrattuali che si sono sottoscritte), l’assicurazione ha quindi 60 giorni di tempo per formulare un’offerta di risarcimento per i danni alle cose e 90 giorni di tempo per i danni alla persona.

I giorni per formulare un’offerta sono ridotti a 30 se i conducenti dei veicoli coinvolti nell’incidente hanno sottoscritto il Modulo di Constatazione Amichevole.

Dal momento dell’accettazione dell’offerta, l’assicurazione ha tempo 15 giorni per il pagamento della somma corrispondente.

Che cosa accade nella pratica.

Dopo aver denunciato il sinistro alla propria compagnia assicuratrice la stessa provvederà

  1. in caso di danni al veicolo o a cose trasportate ad inviare un perito per la valutazione dei danni;
  2. in caso di danni (anche) alle persone inviterà il soggetto ad effettuare una visita medica presso un medico convenzionato con l’assicurazione che avrà il compito di stabilire il grado di invalidità delle lesioni personali. Questa visita solitamente viene effettuata dopo la completa guarigione o comunque una volta che il soggetto si sarà ripreso e di conseguenza i 90 giorni di tempo per la formulazione di un’offerta di risarcimento danni sarà posticipata a dopo questa visita.

L’assicurazione, sulla base delle risultanze del perito e del medico, quantificherà il risarcimento dei danni spettante al danneggiato.

I danni subiti dall’autovettura, previa valutazione del perito, possono essere risarciti totalmente sulla base del preventivo per la riparazione o a seguito della presentazione della fattura dell’officina oppure pagati direttamente dall’assicurazione nel caso in cui ci si rivolga ad officine convenzionate con la stessa.

Per le lesioni personali, il medico dell’assicurazione attribuirà dei giorni di invalidità temporanea (totale o parziale) sia un punteggio di invalidità permanente sulla base di determinate tabelle.

L’invalidità temporanea altro non è se non i giorni in cui le lesioni personali subite dall’incidente non hanno permesso al soggetto di attendere alle normali funzioni quotidiane. Può essere totale (ad esempio in caso di ricovero o immobilizzazione di un arto) o parziale.

L’invalidità permanente sono invece le conseguenze del sinistro che non è possibile rimuovere e che con le quali il soggetto dovrà convivere per tutta la vita: evidente caso di invalidità permanente è quando si perde la parziale o totale funzionalità di un arto ma si ha anche, ad esempio, se l’incidente ha causato la semplice rottura di un arto e ne viene risarcito il pregiudizio (sciare con un ginocchio rotto non è certo come sciare senza aver mai subito prima un incidente!).

Affianchiamo il soggetto danneggiato in tutta la procedura di determinazione del risarcimento danni offrendo una consulenza legale qualificata per verificare che la proposta dell’assicurazione sia corretta ed equa sotto il profilo risarcitorio.

In questi casi l’assicurazione rimborsa parte o tutte le spese legali del soggetto danneggiato.

Se l’incidente ha coinvolto più di due veicoli oppure nel caso in cui le lesioni personali siano gravi la richiesta di risarcimento va rivolta all’assicurazione del veicolo responsabile.

Nel caso invece di sinistro con un veicolo che non è stato possibile identificare o non assicurato, se vi sono i presupposti, può intervenire il Fondo di garanzia per le Vittime della Strada.

L’Ufficio Centrale Italiano interviene invece nel caso di sinistro con veicoli esteri.

 

 

 

Contattaci ORA per un Preventivo Gratuito!

  • All
  • Sezione Commercialisti
  • Sezione Legale
  • Default
  • Title
  • Date
  • Random