Deducibilità della perdita sui crediti di modesta entità

15 Mag 2014

Il tema della deducibilità delle perdite sui crediti è, purtroppo, di grande attualità ed interesse a causa del delicato momento economico che la nostra economia nazionale sta attraversando.

In questo breve articolo è descritto il più favorevole trattamento tributario riservato alle perdite derivanti da crediti di “modesta entità” che risultino scaduti da almeno sei mesi.

Innanzitutto occorre snapchat spy chiarire l'entità del credito perché esso si possa definire di modesta entità, ovvero di un importo non superiore a: 5.000 euro per le imprese con volume di affari/ricavi non inferiore a 100 milioni di euro; 2.500 euro per le altre imprese.

Per individuare correttamente questo limite occorre prestare attenzione ai seguenti elementi:

  • Valore nominale del credito al netto di quanto incassato. Non si terrà conto di eventuali svalutazioni già operate e in caso di crediti parzialmente riscossi si terrà conto del c.d. “valore residuo” (Ad es. un credito di € 10.000 di cui sono stati riscossi € 8.000, vi sarà un valore residuo di € 2.000 inferiore alla soglia prevista e, pertanto, assoggettata alla disciplina in esame);
  • Valore al lordo di IVA. L'importo da prendere in esame comprende l'IVA a prescindere dalla detraibilità o meno della stessa;
  • Irrilevanza degli oneri accessori e degli interessi di mora. L'importo da prendere in esame al fine dell'applicabilità della disciplina in esame sarà, pertanto, al netto degli oneri addebitati al debitore per l'inadempimento;
  • Nei casi di presenza di più posizioni creditorie nei confronti del medesimo cliente occorre verificare l'esistenza o meno di una pluralità di rapporti giuridici autonomi. Nei casi in cui le obbligazioni siano riconducibili a rapporti giuridici autonomi verso il medesimo soggetto, il limite sarà riferibile ad ogni singolo credito, non rilevando il fatto che la somma dei crediti scaduti sia superiore alla soglia (ad es.: la società “X” presenta due crediti ciascuno del valore nominale di € 2.000, per un totale di € 4.000 nei confronti della società “Y”, entrambi, presi singolarmente, risulteranno deducibili in quanto di importo inferiore alla soglia prevista). Diversamente, nei casi in cui i crediti si riferiscano allo stesso rapporto contrattuale (come avviene ad es. nei contratti di somministrazione) sarà necessario prendere a riferimento il valore del saldo complessivo dei crediti scaduti da almeno sei mesi al termine del periodo d'imposta.

Una volta individuata la soglia c.d. di “modestà entità” dei crediti scaduti da almeno sei mesi,  si concretizzano i c.d. “elementi certi e precisi” richiesti dal legislatore al fine di consentire la deducibilità “automatica” delle relative perdite, sempre che la stessa sia imputata a Conto Economico.

Proprio in relazione al principio di competenza ex art. 109 del Tuir e la conseguente imputazione della perdita a Conto Economico, occorre chiarire che il periodo d'imposta in cui è possibile dedurre la perdita dipenderà in primis dal momento in cui si verifica la condizione temporale prevista dalla norma in esame, ovvero il decorso dei sei mesi. Occorrerà poi verificare se la perdita è imputata a Conto Economico in applicazione dei principi civilistici:

  • in un esercizio successivo a quello in cui si verifica il decorso dei sei mesi, la stessa sarà deducibile nell'esercizio d'imputazione;

  • in un esercizio precedente a quello in cui si verifica il decorso dei sei mesi, la stessa è deducibile nell'esercizio in cui si verifica tale requisito temporale.

La deducibilità “automatica” delle perdite derivanti da crediti di modesta entità è applicabile dal periodo di imposta in corso al 12/08/2012, interessando anche i crediti il cui decorso del termine semestrale è avvenuto prima del 2012 ma per i quali la perdita è stata imputata a Conto Economico nell'esercizio 2012 o nei seguenti.

 

 

 

 

Contattaci ORA per un Preventivo Gratuito!

  • All
  • Adeguamento Privacy
  • Contratti D'impresa
  • Gestione Ordinaria
  • Operazioni Straordinarie
  • Patti Parasociali
  • Recupero Crediti